Teodolinda Barolini interview in Corriere della Sera (May 2020)

In May 2020, Paolo di Stefano interviewed Teodolinda Barolini for the Corriere della Sera, on how and why to read Dante in the 21st century. Below, an excerpt from the interview, which can be read in full here:

Corriere: “Secondo lei quale aspetto di Dante può affascinare di più un lettore giovane del nostro tempo?”

Barolini: “Il fatto che Dante è un uomo che ha voglia di capire, come Ulisse. Mentre Virgilio nel II libro dell’Eneide squalifica Ulisse come fraudolento, Dante trova il lato positivo di Ulisse in Orazio e soprattutto in quella bellissima espressione di Cicerone che, nel De finibus, definisce la sua discendi cupiditas. Il Convivio comincia con la frase di Aristotele: ‘Tutti li uomini naturalmente desiderano di sapere.’ Ecco, è la brama di sapere il vero motore di Dante.”

Corriere: “Come leggere Dante a scuola?”

Barolini: “Il modo più utile è prendere il testo alla lettera. Basterebbe far leggere ai ragazzi il racconto, avendo fiducia nella narratività della Commedia. Io mi dispero quando arrivo a Petrarca per far capire ai giovani quanto siano squisite quelle poesie, questo sì è un problema. Ma non ci si può disperare di fronte alla Commedia che è un grande motore narrativo che trascina tutti con sé.”   — “Dante, un ribelle. Ora leggiamolo.” Interview of Teodolinda Barolini by Paolo di Stefano. Corriere della Sera (May 31, 2020)

@Dante_Alighieri Twitter Profile

“Twitter profile dedicated to Dante Alighieri (@Dante_Aligheri) managed by Matteo Maselli, which periodically publishes original material related to the Italian poet: reports of Dantean cultural events, open-access educational material, breaking news. The profile was opened to make available to Dantisti and scholars in general an open space for free consultation and exchange of ideas.”  — Contributor Matteo Maselli

Contributed by Matteo Maselli (Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, 2017)

Inferno Pop-up Book by Massimo Missiroli, with Paolo Rambelli (2020)

La Divina Commedia, composta da Dante Alighieri nei primi vent’anni del XIV secolo, è universalmente ritenuta una delle più grandi opere della letteratura di tutti i tempi. Le illustrazioni per la Commedia di Gustave Dorè sono divenute un riferimento iconografico imprescindibile non solo per i lettori successivi di Dante ma per tutti coloro che hanno cercato di trasporlo sul grande schermo.

“Per la prima volta Dante e Dorè diventano ora protagonisti di un libro pop-up – cioè di ciò che è più vicino alla dinamicità del cinema pur conservando la forma base del libro – grazie all’opera di uno dei più apprezzati paper engineer a livello internazionale: Massimo Missiroli. Il cartotecnico italiano, già vincitore del Premio Andersen nel 2001 e candidato al premio Meggendorfer nel 2004, ha infatti realizzato, in collaborazione con Paolo Rambelli dell’Università di Bologna per la parte testuale, una straordinaria versione pop-up dell’Inferno Dantesco, sfruttando per ogni illustrazione una diversa tecnica di sviluppo verticale delle figure, così da rinnovare ad ogni pagina lo stupore per la capacità evocativa del capolavoro dedicato da Dorè al capolavoro di Dante.

“Un’opera unica ed originale che i collezionisti di pop-up, così come gli amanti di Dante e di Dorè non possono non possedere.”  — Project Website

See a prototype of the pop-up book on YouTube (last accessed May 24, 2020).

To help fund the project, visit the Kickstarter page (expires June 21, 2020).

“Celebrate Dante and Help Fight the Coronavirus”

 

“Canadian sculptor Timothy Schmalz has a heart for God. It’s evident in his works, such as ‘Homeless Jesus,’ his popular portrayal of Jesus sleeping on a park bench, and more recently, ‘Angels Unawares,’ Schmalz’ three-ton sculpture based on Hebrews 13:2. That latter sculpture, which depicts a boat carrying 140 migrants and refugees from periods of stress throughout recorded history, was unveiled by Pope Francis in St. Peter’s Square in September 2019.

“In Italy, March 25 [2020] was the first official ‘Dante Day’ — a day dedicated by the Italian government to celebrate the accomplishments of the Florentine poet who penned the long narrative poem titled The Divine Comedy. On that day, Schmalz introduced a new set of sculptures through an online book which will include a series of 100 sculptures, representing all 100 cantos in the Divine Comedy. Modern readers have found the existing translations of the Divine Comedy from the original Italian, including one translation by Henry Wadsworth Longfellow, somewhat cumbersome — so Schmalz is partnering with translator Daniel Fitzpatrick, who is working to produce an easy-to-read version that will appeal to a wide audience.

[. . .]

“Schmalz had originally intended for the book’s initial release to be in hardcover March 25, 2021, when the nation of Italy will celebrate the 700th anniversary of Dante’s death. That plan changed, however, when Schmalz became aware of the scope of the tragedy emerging in Italy due to the novel coronavirus. ‘As I was coming to my studio early last Friday,’ Schmalz told the Register, ‘I was listening to the news about the horrors and the tragedy that’s happening in Italy. I thought, “Isn’t it ironic? Here I am, creating this greatest hero of Italy, while Italy is going through such a horrible situation!” Then I put the two things together: I could use the book to help Italy!’

“Daniel Fitzpatrick, the translator, agreed, and plans were made to release the book of poetry and art in a series format, and to donate all proceeds from sales of the e-book to help the hospitals of Italy better care for their critically ill patients. For a donation of just $5, readers can sign up to receive two cantos each week — one on Wednesday and the second on Sunday — beginning with Dante’s first vision of the Inferno, and culminating in the Paradiso, in time for Italy’s 700th anniversary celebration.”    –Kathy Schiffer, National Catholic Register, March 30, 2020

See our original post about Timothy Schmalz here.

Dante 700 by Timothy Schmalz

“In September 2019, Timothy Schmalz’s ‘Angels Unawares,’ a life-size bronze sculpture commemorating the 105th World Day of Migrants and Refugees, was installed in St. Peter’s Square in Rome. Pope Francis celebrated a special Mass for the occasion.

Timothy is currently working on a new project to honor the 700th anniversary of Dante Alighieri in 2021. ‘I believe Dante is one of the greatest writers of all time. So, I thought I would do what has never been done before. I think this is an amazing opportunity to celebrate not only Dante, but Italian and European culture.’ He plans to sculpt each of Dante’s 300 cantos. The ‘Dante 700’ sculpture project will memorialize this significant anniversary with sculptures of each of the 100 cantos in the Divine Comedy. Very few artists ever represent more than the Inferno in their paintings and sculptures. This is a rare project that will show individual sculptures of all the cantos, including Purgatory and Paradise.

The project will include the cantos and a principal sculpture of Dante. Installed together and cast in bronze, the work will be dynamically represented in order to inspire people to actually read Dante. This sculpture project will also be used to create a new illustrated book of Dante in collaboration with a new translation, which will be finished for the anniversary year in 2021.”    —La Gazzetta Italiana, April 2020

Cacciaguida (2019 short film)

Cacciaguida is a 2019 short film by Davide Del Mare and produced by Lateral Film.

“Lo chiamavano così Vincenzo Casillo, perché nella Divina Commedia Cacciaguida è la figura che più di ogni altra evoca la purezza dei costumi antichi, con quella sua fusione di aspettative universali che si proiettano verso l’avvenire.

“Già a dieci anni gli somigliava molto: ovunque posasse il suo sguardo era l’immenso. Pinuccio, Masino e Cannelunga, i suoi amici di sempre, vi ritrovavano lo stesso sguardo indomito.

[. . .]

Cacciaguida è uno spazio intimo, dove i valori più elementari eppure più indispensabili tornano ad essere legittimati: l’amicizia, il diritto alla scoperta, l’appartenenza, l’amore. Uno spazio dove non ci sono segreti, dove l’unica regola è l’autenticità.”  — Marilù Ardillo, “«Cacciaguida» e la cura del sogno: La vita di Vincenzo Casillo diventa un film,” Vita (March 11, 2019)

See more about the short film, including the trailer, on Facebook and YouTube.

#stoacasacondante, Flashmob in honor of Dantedì 2020

The Società Dante Alighieri promoted a flashmob on the first annual celebration of Dantedì (25 March 2020), while Italy and much of the world was under shelter-in-place orders due to the spread of COVID-19. Below, the message from the President of the Società Dante Alighieri, Andrea Riccardi:

“mentre il coronavirus ci tiene separati dai luoghi e dalle persone che amiamo, l’Amore e Dante ci uniscono. La Società Dante Alighieri invita tutti ad aprire le finestre delle proprie case, a leggere due terzine del V Canto dell’Inferno (Divina Commedia), a registrare le letture con gli smartphone e a condividere i video nei social network con hashtag #stoacasacondante e #Dantedì.

“Ecco il testo da leggere: «Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende, prese costui de la bella persona che mi fu tolta; e ‘l modo ancor m’offende. Amor, ch’a nullo amato amar perdona, mi prese del costui piacer sì forte, che, come vedi, ancor non m’abbandona».”  —ladante.it

For news coverage, click here.

Tappeto Volante’s Inferno, Purgatorio, and Paradiso

The theater troupe Tappeto Volante has staged multiple immersive, ambulatory performances of Dante’s canticles in different locations in the province of Salerno. The first, Inferno, was staged in the Grotte di Pertosa-Auletta (also the backdrop for the 2020 musical Inferno, by the Grieco Brothers) and has been running continuously in the Cave of Castelcivita since 2012. They continued with a performance of Purgatorio at the Certosa di Pedula. They return to Salerno for their Paradiso, staged in the Castello di Arechi (promotional poster, right).

The troupe has also performed their Inferno in the Museo del Sottosuolo, and their Purgatorio in the Real Casa Santa dell’Annunziata, both in Naples.

See the Tappeto Volante website for details and reservations.

The Grieco Brothers’ Inferno, the Musical (2020)

The Grieco Brothers‘ new musical, Inferno, is staged in the Caves at Pertosa-Auletta, in the province of Salerno. Of the brothers’ interest in representing the Inferno, Massimo Grieco says, “Nietzsche diceva che se si guarda per un tempo sufficiente nell’abisso, l’abisso guarderà dentro te. L’inferno è, per me, la migliore rappresentazione dei fantasmi che albergano dentro di noi. È il nostro abisso. Ed in questo senso, esaminare l’inferno è un viaggio di andata e ritorno dentro di sé. Se si è abbastanza equilibrati ed onesti, si accettano i propri abissi e si gestiscono. Solo così possiamo, ogni mattina, riaprire gli occhi, riuscire a riveder le stelle, considerato i giorni che stiamo attualmente vivendo.”  –Massimo Grieco, in an interview with Lorenzo Calafiore, “Da Itaca all’Inferno. Lorenzo Calafiore dialoga con i Grieco Brothers,” Insula europea (25 March 2020)

The Grotte di Pertosa-Auletta have also served as the backdrop to immersive, ambulatory performances by the troupe Tappeto Volante, directed by Domenico M. Corrado (see post here).

Bianca Garavelli, Le Terzine Perdute di Dante (2015)

Bianca Garavelli’s Le terzine perdute di Dante is a historical thriller that follows the affairs of the poet himself, in exile in Paris, and a contemporary scholar who appears to have discovered the poet’s autograph in a manuscript in Milan. The novel was published by BUR Rizzoli in 2015.

“Parigi, 1309. Dante, in esilio, stanco e spaventato, vive nel terrore di essere perseguitato dai suoi numerosi nemici. Una delle sue poche consolazioni è la compagnia di una donna misteriosa, Marguerite Porete, una mistica accusata di eresia della quale Dante diventa il miglior allievo, e che lo conduce nel centro di una guerra spietata fra due ordini che agiscono nell’ombra. In gioco c’è un pericoloso segreto, una profezia di cui l’Alighieri è il depositario prescelto. Ed è il filologo medievale Riccardo Donati a mettersi sulle tracce di quel mistero centinaia di anni dopo, nella Milano dei giorni nostri: mentre esamina un antico manoscritto si imbatte in quella che ha tutta l’aria di essere la firma autografa di Dante. Sarà l’inizio di una vorticosa e inattesa avventura che stravolgerà per sempre la vita di Riccardo, e non solo. Un romanzo sospeso tra passato e presente, tra storia, letteratura e azione, per un thriller storico che si trasforma in una caccia all’uomo frenetica e appassionante.”  —BUR

See more at Bianca Garavelli’s website here.