Dante 700 by Timothy Schmalz

“In September 2019, Timothy Schmalz’s ‘Angels Unawares,’ a life-size bronze sculpture commemorating the 105th World Day of Migrants and Refugees, was installed in St. Peter’s Square in Rome. Pope Francis celebrated a special Mass for the occasion.

Timothy is currently working on a new project to honor the 700th anniversary of Dante Alighieri in 2021. ‘I believe Dante is one of the greatest writers of all time. So, I thought I would do what has never been done before. I think this is an amazing opportunity to celebrate not only Dante, but Italian and European culture.’ He plans to sculpt each of Dante’s 300 cantos. The ‘Dante 700’ sculpture project will memorialize this significant anniversary with sculptures of each of the 100 cantos in the Divine Comedy. Very few artists ever represent more than the Inferno in their paintings and sculptures. This is a rare project that will show individual sculptures of all the cantos, including Purgatory and Paradise.

The project will include the cantos and a principal sculpture of Dante. Installed together and cast in bronze, the work will be dynamically represented in order to inspire people to actually read Dante. This sculpture project will also be used to create a new illustrated book of Dante in collaboration with a new translation, which will be finished for the anniversary year in 2021.”    —La Gazzetta Italiana, April 2020

Cacciaguida (2019 short film)

Cacciaguida is a 2019 short film by Davide Del Mare and produced by Lateral Film.

“Lo chiamavano così Vincenzo Casillo, perché nella Divina Commedia Cacciaguida è la figura che più di ogni altra evoca la purezza dei costumi antichi, con quella sua fusione di aspettative universali che si proiettano verso l’avvenire.

“Già a dieci anni gli somigliava molto: ovunque posasse il suo sguardo era l’immenso. Pinuccio, Masino e Cannelunga, i suoi amici di sempre, vi ritrovavano lo stesso sguardo indomito.

[. . .]

Cacciaguida è uno spazio intimo, dove i valori più elementari eppure più indispensabili tornano ad essere legittimati: l’amicizia, il diritto alla scoperta, l’appartenenza, l’amore. Uno spazio dove non ci sono segreti, dove l’unica regola è l’autenticità.”  — Marilù Ardillo, “«Cacciaguida» e la cura del sogno: La vita di Vincenzo Casillo diventa un film,” Vita (March 11, 2019)

See more about the short film, including the trailer, on Facebook and YouTube.

#stoacasacondante, Flashmob in honor of Dantedì 2020

The Società Dante Alighieri promoted a flashmob on the first annual celebration of Dantedì (25 March 2020), while Italy and much of the world was under shelter-in-place orders due to the spread of COVID-19. Below, the message from the President of the Società Dante Alighieri, Andrea Riccardi:

“mentre il coronavirus ci tiene separati dai luoghi e dalle persone che amiamo, l’Amore e Dante ci uniscono. La Società Dante Alighieri invita tutti ad aprire le finestre delle proprie case, a leggere due terzine del V Canto dell’Inferno (Divina Commedia), a registrare le letture con gli smartphone e a condividere i video nei social network con hashtag #stoacasacondante e #Dantedì.

“Ecco il testo da leggere: «Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende, prese costui de la bella persona che mi fu tolta; e ‘l modo ancor m’offende. Amor, ch’a nullo amato amar perdona, mi prese del costui piacer sì forte, che, come vedi, ancor non m’abbandona».”  —ladante.it

For news coverage, click here.

Tappeto Volante’s Inferno, Purgatorio, and Paradiso

The theater troupe Tappeto Volante has staged multiple immersive, ambulatory performances of Dante’s canticles in different locations in the province of Salerno. The first, Inferno, was staged in the Grotte di Pertosa-Auletta (also the backdrop for the 2020 musical Inferno, by the Grieco Brothers) and has been running continuously in the Cave of Castelcivita since 2012. They continued with a performance of Purgatorio at the Certosa di Pedula. They return to Salerno for their Paradiso, staged in the Castello di Arechi (promotional poster, right).

The troupe has also performed their Inferno in the Museo del Sottosuolo, and their Purgatorio in the Real Casa Santa dell’Annunziata, both in Naples.

See the Tappeto Volante website for details and reservations.

The Grieco Brothers’ Inferno, the Musical (2020)

The Grieco Brothers‘ new musical, Inferno, is staged in the Caves at Pertosa-Auletta, in the province of Salerno. Of the brothers’ interest in representing the Inferno, Massimo Grieco says, “Nietzsche diceva che se si guarda per un tempo sufficiente nell’abisso, l’abisso guarderà dentro te. L’inferno è, per me, la migliore rappresentazione dei fantasmi che albergano dentro di noi. È il nostro abisso. Ed in questo senso, esaminare l’inferno è un viaggio di andata e ritorno dentro di sé. Se si è abbastanza equilibrati ed onesti, si accettano i propri abissi e si gestiscono. Solo così possiamo, ogni mattina, riaprire gli occhi, riuscire a riveder le stelle, considerato i giorni che stiamo attualmente vivendo.”  –Massimo Grieco, in an interview with Lorenzo Calafiore, “Da Itaca all’Inferno. Lorenzo Calafiore dialoga con i Grieco Brothers,” Insula europea (25 March 2020)

The Grotte di Pertosa-Auletta have also served as the backdrop to immersive, ambulatory performances by the troupe Tappeto Volante, directed by Domenico M. Corrado (see post here).

Bianca Garavelli, Le Terzine Perdute di Dante (2015)

Bianca Garavelli’s Le terzine perdute di Dante is a historical thriller that follows the affairs of the poet himself, in exile in Paris, and a contemporary scholar who appears to have discovered the poet’s autograph in a manuscript in Milan. The novel was published by BUR Rizzoli in 2015.

“Parigi, 1309. Dante, in esilio, stanco e spaventato, vive nel terrore di essere perseguitato dai suoi numerosi nemici. Una delle sue poche consolazioni è la compagnia di una donna misteriosa, Marguerite Porete, una mistica accusata di eresia della quale Dante diventa il miglior allievo, e che lo conduce nel centro di una guerra spietata fra due ordini che agiscono nell’ombra. In gioco c’è un pericoloso segreto, una profezia di cui l’Alighieri è il depositario prescelto. Ed è il filologo medievale Riccardo Donati a mettersi sulle tracce di quel mistero centinaia di anni dopo, nella Milano dei giorni nostri: mentre esamina un antico manoscritto si imbatte in quella che ha tutta l’aria di essere la firma autografa di Dante. Sarà l’inizio di una vorticosa e inattesa avventura che stravolgerà per sempre la vita di Riccardo, e non solo. Un romanzo sospeso tra passato e presente, tra storia, letteratura e azione, per un thriller storico che si trasforma in una caccia all’uomo frenetica e appassionante.”  —BUR

See more at Bianca Garavelli’s website here.

Patrizia Tamà, La Quarta Cantica (2010)

Patrizia Tamà’s La Quarta Cantica (Mondadori, 2010), the first of a trilogy featuring a protagonist named Beatrice Maureeno, is a historical crime thriller with a Dantesque premise: it pivots on the existence of a previously undiscovered, mysterious fourth canticle.

“Una giovane donna si aggira in stato confusionale per la stazione di Firenze. Non ricorda più nulla: chi è, come si chiama, perché è lì. Eppure non è una vagabonda qualsiasi. Lo intuisce il misterioso clochard che la soccorre. E se ne rendono subito conto i medici dell’Ospedale di Santa Maria Nuova, dove viene ricoverata. Grazie alle cure di un medico che pareva aspettarla come un dono, comincerà presto a dissolversi la nebbia che le riempie la mente e lei vedrà a poco a poco riemergere se stessa, l’identità che credeva perduta. Scoprirà così di essere una studiosa di materie dantesche, inglese ma di origini italiane, giunta a Firenze sulle tracce di un segreto antico, che da settecento anni scorre nell’ombra come un fiume sotterraneo. Ricorderà di chiamarsi Beatrice. Ma le sue sono ricerche pericolose, conducono in Germania, in Turchia, e possono costare la vita, perché non è la sola a dare la caccia a una verità dirompente. [. . .] Davvero il Sommo Dante concepì una Quarta Cantica? E di che cosa si tratta? Davvero la occultò perché fosse consegnata ai posteri in un’epoca finalmente pronta alle sue rivelazioni?” — Google Books

For more, see the review on the blog Il sussurro delle Muse.

“Beauty Awakens the Soul to Act” by Angelica Hopes

“We visited the house of Dante Alighieri. It’s rebuilt to celebrate the place of Dante Alighieri’s birth and its location is based on old documents reported from 13th century of the houses of the Alighieri family. [. . .]

“On the first floor, documents of the 13th century Florence and the younger days of Dante, his baptism in the Baptistery of Santa Maria del Fiore, his public life, his election in the office of prior of the town and his participation in political/military struggles, there are plastic model of the Battle of Campaldino and interesting weapons of that time.

“Going to the 2nd floor, shows the documents in connection with his painful exile in 1301, year of condemnation. In the 3rd floor, there’s the collection of documents on the fortune of Dante through the centuries, iconography. While sitting inside, admiring the historical artefacts and rich information on the influences of Florentine history to Dante Alighieri’s work, I was speechless and absorbed the moment with gratitude reflecting from my English term paper project in fourth year high school on the Divine Comedy, twenty three years later here I am and I got a copy of La Divina Commedia in its original language.” [. . .]     –Angelica Hopes, Landscapes of a Heart, October 27, 2012.

25 March: Dantedì

“Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha approvato la direttiva che istituisce per il 25 marzo la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri. ‘Ogni anno, il 25 marzo, data che gli studiosi riconoscono come inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia, si celebrerà il Dantedì. Una giornata per ricordare in tutta Italia e nel mondo il genio di Dante con moltissime iniziative che vedranno un forte coinvolgimento delle scuole, degli studenti e delle istituzioni culturali.’

“‘A un anno dalle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante’ – ha aggiunto Franceschini –  ‘sono già tanti i progetti al vaglio del Comitato per le celebrazioni presieduto dal prof. Carlo Ossola. Dante’ – ha concluso Franceschini – ‘ricorda molte cose che ci tengono insieme: Dante è l’unità del Paese, Dante è la lingua italiana, Dante è l’idea stessa di Italia.'”   –“Dante Alighieri entra in calendario: il 25 marzo sarà ‘Dantedì,'” La Repubblica (17 gennaio 2020)

Contributed by Ludovica Valentini (Florida State University, MA ’18)

“The 34 Greatest Poets of All Time”

Dante Alighieri

Birthplace: Florence, Italy

Famous poem: Divine Comedy

Famous quote: ‘Consider your origin; you were not born to live like brutes, but to follow virtue and knowledge.’

[. . .]

Poetry — one of the most important and time-honored forms of literature in the world — brought us greats like William Shakespeare and W.B. Yeats to ancient poets like Homer and Dante Alighieri to American treasures like Robert Frost and Emily Dickinson.”    –Mo Elinzano, Deseret News, March 20, 2015